>

The McGraw-Hill Companies


Informatica per le scienze umane

Fonti scientifiche e strumenti per la ricerca storico-filosofica in ambiente digitale

Disponibile anche in formato eBook


di:

Informatica per le scienze umane
  • Condividi

Visualizza materiale correlato:

Visualizza titoli simili:


Descrizione | Indice | Gli autori

Descrizione

Lo studioso di discipline umanistiche oggi non può più prescindere dalla conoscenza e dall’utilizzazione degli strumenti e delle risorse messe a disposizione dalle Scienze dell’Informazione. Ma per poter condurre le sue indagini scientifiche in ambiente digitale, l’umanista deve conoscere bene, anche dal punto di vista storico e teorico, poteri e limiti degli strumenti e delle risorse informatiche. Attraverso la lettura di questo manuale, egli sarà in grado di rispondere ad alcuni quesiti fondamentali: che cos’è l’Informatica umanistica, che cos’è internet e che cos’è il web, quali sono i linguaggi utilizzati nel web, che cos’è un ipertesto e che cos’è l’ipermedialità, come si svolge la codifica e la rappresentazione dell’informazione, che cosa sono e come si sono sviluppati i motori di ricerca nel web, che cosa sono e come funzionano i cataloghi, gli archivi e le library digitali, quali sono i sistemi di ricerca bibliografica avanzata, come si svolge la ricerca umanistica in rete e, soprattutto, quali sono le fonti scientifiche in ambiente digitale. Il fine ultimo del volume è dunque fornire allo studente e allo studioso di discipline umanistiche gli strumenti e il metodo di ricerca necessari per l’indagine scientifica in ambiente digitale, e contribuire così a trasformare l’umanista in umanista informatico.

Indice

Indice
Ringraziamenti
Prefazione
Introduzione
1) L’Informatica umanistica
2) Il linguaggio e le lingue del web
3) Ipertesto e ipermedialità
4) Codifiche e rappresentazioni del testo
5) Dal web 1.0 ai motori di ricerca
6) La ricerca storico-filosofica
7) I cataloghi pubblici online
8) Gli archivi digitali
9) Da Bernardo di Chartres a Google Scholar
10) Conclusioni e prospettive

Gli autori

Fabio Ciracì

Fabio Ciracì (nato a Mesagne nel 1977). Svolge i suoi studi sia in Storia della Filosofia dell’Ottocento che in Informatica Umanistica. Dal 2009 È Professore incaricato di Informatica per le scienze umane della Facoltà di Lettere, Filosofia, Lingue e Beni Culturali dell’Università del Salento-Lecce. È collaboratore di ricerca per la cattedra di Storia della Filosofia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Ateneo salentino. Dal 2006 è segretario del Centro interdipartimentale di ricerca su Arthur Schopenhauer e la sua scuola dell’Università del Salento. Collabora ad attività scientifiche coordinate con la Schopenhauer-Gesellschaft di Francoforte sul Meno e con la Schopenhauer-For schungsstelle dell’Università di Mainz. Oltre a diversi contributi su rivista e in volumi collettanei, in Italia e all’estero, ha pubblicato due monografie: Verso l’assoluto nulla. La Filosofia della redenzione di Philipp Mainländer nel 2006 e In lotta per Schopenhauer. La Schopenhauer-Gesellschaft fra ricerca filosofica e manipolazione ideologica (1911-1948) nel 2011. Attualmente svolge le sue ricerche filosofiche sulla prima fortuna della filosofia schopenhaueriana in Italia. In ambito informatico-umanistico, invece, si interessa agli strumenti di indagine bibliografica e ai fenomeni culturali legati all’informatizzazione.